Cos'è il Coaching?


Cos'è il Coaching?

Al giorno d’oggi, sentiamo parlare di coaching in diversi contesti. La parola coach viene utilizzata per descrivere allenatori sportivi, formatori, motivatori, oratori da palcoscenico che si cimentano in eventi spettacolari a cui spesso partecipa un enorme numero di persone. Ma che cos’è il coaching?

Il coaching è un percorso che permette di sviluppare il tuo potenziale rispettando la tua unicità. Alla base del percorso c'è la relazione fondata sull'ascolto, l'accoglienza e l'autenticità. In un clima di non giudizio si crea un'alleanza orientata allo sviluppo delle competenze.  

Si allenano le capacità interne che ci permettono di affrontare avversità, difficoltà e conflitti; cioè tutto ciò che influenza la complessa esistenza degli esseri umani.

Esistono diverse tipologie di coaching, come ad esempio il Career coaching orientato allo sviluppo della carriera; l’Executive e Business coaching: si rivolge ai manager e provoca benefici a livello di leadership, gestione del tempo, capacità di delega; il Life coaching consente una crescita personale e professionale, oltre che potenziare il senso di autoefficacia; Lo sport coaching per migliorare le performance sportive.

Mi occupo di Life, Career ed Executive/business coaching. Utilizzo il metodo evolutivo e il mindful coaching a livello individuale, di coppia e di business. (leggi anche Business & Executive Coaching)

 Chi è il coach?

La parola Coach significa allenatore, ma anche carrozza, per cui, un Coach, può essere definito come qualcuno che allena, ma anche come qualcuno che accompagna, come fosse una carrozza, da un punto di partenza ad un punto di arrivo. Il coach è un esperto di processo che attraverso domande ed osservazioni ti accompagna nel definire con chiarezza i risultati desiderati, acquisire nuove prospettive, diventare consapevole delle tue risorse, sviluppare possibilità di azione e fare scelte di qualità che producono risultati concreti.  

Che cosa allena un coach?

Il tuo potenziale, quelle caratteristiche che ti rendono UNICO. Quello che per me è importante, in qualità di Coach, è mettere al primo posto la tua unicità, scoprendo insieme a te quali sono le potenzialità che non sai nemmeno tu di avere, allenandole perché tu possa metterle in pratica nel raggiungere i tuoi obiettivi, attraverso un piano d’azione ben definito.

“Cio che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di cio che siamo a nostra insaputa.” (Luigi Pirandello)

Cos'è il potenziale?

È un insieme di qualità peculiari, attributi, elementi fisici, mentali, spirituali che si possono ricondurre ai tuoi tratti caratteriali, alle tue attitudini, competenze, capacità, ai tuoi valori e motivazioni, le tue esperienze e i tuoi desideri. L’interrelazione tra tutte queste caratteristiche ti rendono un essere umano unico e irripetibile: un tesoro inestimabile. Durante un percorso di coaching emergono alcune potenzialità che tu non sai di avere, perché magari per la vita che conduci o per il lavoro che svolgi, non sono richieste e non le hai mai utilizzate. Ma ci sono e ti sorprenderai della loro potenza.

Perchè è importante scoprire e allenare il tuo potenziale?

È di fondamentale importanza scoprire la tua unicità, perché quando agisci secondo i tuoi valori, i tuoi desideri, le tue capacità e le tue motivazioni, avrai anche chiari quali sono gli obiettivi prioritari della tua vita., potrai dar loro un significato profondo e il percorso verso l’obiettivo prefissato diventa esso stesso fonte di gratificazione.

Coaching: dove ti porta?

Al centro dell’esperienza, tu sei il protagonista del percorso, il Coach, ti accompagna verso gli obiettivi che vuoi raggiungere. Ti tiene per mano lungo la strada, in cui si possono trovare ostacoli da aggirare, ma anche scoprire nuovi alleati. Il Coach è al tuo fianco, per aiutarti a comprendere cosa percepisci e cosa non ti soddisfa del tuo presente, cosa invece vorresti, qual è il tuo futuro ideale. È il tuo alleato nel percorrere la strada verso quella situazione che desideri fortemente.

Come faccio ad accompagnarti?

Ci incontriamo 1 volta ogni 2 settimane e mi racconti come ti senti, cosa vorresti cambiare, o anche solo migliorare della tua vita lavorativa, professionale, familiare, relazionale, ecc., oppure semplicemente quali sono le capacità che vorresti potenziare, perché ti servono per gestire un gruppo al lavoro, perché vorresti migliorare la tua leadership o rendere la tua comunicazione più efficace nell’area professionale o relazionale.

Gli strumenti che utilizzo:

 

  • Questionari: potrei chiederti di compilare dei piccoli questionari per capire meglio quali sono le tue passioni e i tuoi desideri
  • Tecniche di pnl (programmazione neurolinguistica): potrei proporti alcune tecniche che potrai utilizzare nel lavoro e nelle relazioni. (Leggi l’articolo “Cos’è la pnl”)
  • Tecniche di mindfulness: la mindfulness ti aiuta ad avere consapevolezza di te e a vivere nel qui e ora, abbandonando il giudizio su te stesso, sui tuoi pensieri, sulle tue emozioni. L’effetto collaterale potrebbe essere il rilassamento. Se trovi la cosa stimolante, possiamo fare insieme anche dei percorsi mindfulness, oppure potrei proporti degli esercizi da fare a casa. (Leggi l’articolo “Cos’è la mindfulness”)
  •  
  • Strategie per regolare le emozioni: sono laureanda in scienze e tecniche psicologiche, quindi potrei proporti a scopo educativo qualche strategia per regolare le tue emozioni di fronte agli eventi stressanti che la vita ti pone davanti. (Leggi l’articolo “Emozioni: come gestirle?”)

Per comprendere la confusione che dilaga tra le persone rispetto a questa affascinante disciplina, possiamo prendere l’esempio del film “le leggi del desiderio”, in cui Silvio Muccino, attore protagonista e regista, narra le imprese eroiche di un coach, che viene descritto proprio come il pensiero comune immagina sia. (Guarda il trailer del film a fondo pagina)

In un’intervista lo stesso registra, parla dei coach come profeti, cialtroni, uomini di spettacolo, che trascinano, ballano, cantano, esaltano, sono un po’ stregoni e un po’ psicologi. Tutti questi personaggi vengono definiti da alcuni Coach professionisti (me compresa) come coach con la c minuscola. I Coach con la C maiuscola si attengono alla NORMA UNI 2015, che definisce le caratteristiche del servizio di coaching.
Faccio parte di questa seconda categoria, mi ritengo una Coach con la C maiuscola.

Guarda il trailer del film "Le leggi del desiderio" di Silvio Muccino per sapere COSA NON E' IL COACHING

https://www.youtube.com/watch?v=3h3RhpREWX4
 

Barbara Marino Mindful Coach

Se vuoi approfondire leggi la bibliografia ...

Grant M.A. (2003) The impact of life coaching on goal attainment, metacognition and mental health. Social Behavior and Personality: an international journal, 31(3) 253-263

Panniti A – Rossi F. (2012) L’essenza del coaching. Il metodo per scoprire le potenzialità e sviluppare l’eccellenza. Milano, FrancoAngeli /Trend

Panniti A – Rossi F. (2019) L’evoluzione del coaching. La teoria del Meta-potenziale CARE. Milano FrancoAngeli

 


Data: 15 June 2020    Commenti: 0    Categoria: Psicologia



Alcuni articoli che potrebbero interessarti


Commenti - 0
Non ci sono commenti

Scrivi un commento